“E' Obbligatorio iscriversi all'associazione,perché?”
Misty Lane non è un negozio,né una società,ma un'associazione Culturale. Il nostro intento non è quello di vendere ma di diffondere una certa (contro)cultura musicale degli anni sessanta attraverso dischi in vinile, CD, libri, fanzines e quant'altro possa servire allo scopo. Iscriversi attraverso il form (oppure inviando il modulo via e-mail o posta) non comporta nessun obbligo,ci fornisce soltanto i vostri dati,necessari per potervi fornire alcun materiale.
In quanto associazione Culturale ci è indispensabile mantenere i dati di tutti gli associati,ma in nessun modo questi verranno diffusi,ne utilizzati al di fuori degli scopi istituzionali.

“Iscriversi ha un costo?“
Iscriversi all'Associazione Culturale Misty Lane è gratuito. Offriamo però la possibilità di divenire soci sostenitori. La quota è di 25.00 Euro (annui) e da diritto ad uno sconto del 20% su tutti i titoli Misty Lane e Teen Sound.
Tale quota verrà aggiunta al totale del vostro ordine. l'iscrizione potrà avvenire in qualunque momento dell'anno ed avrà valore per i successivi 365 giorni.

“Esiste un blog, un forum nel quale si parla dell'attività dell'associazione...?”
Misty Lane ha una sua lista di discussione. Questo è l'indirizzo:
http://it.groups.yahoo.com/group/MistyLane_60s_AppreciationSociety/

“Organizzate concerti,Festival...?”
Occasionalmente si. Siamo comunque presenti nelle maggiori manifestazioni di settore (Festival Beat a Piacenza, Beat Epoque e Shout Festival a Verona, Mod rally di Lavarone,Cesenatico...). Al momento stiamo progettando un nuovo Festival Misty Lane,e provvederemo a dare ulteriori informazioni attraverso questo sito.

“Avete dischi usati,rarità...?”
A parte le produzioni contemporanee e le ristampe, abbiamo un buon numero di 45 giri,alcuni rari ,degli anni 60/70/80 e 90,quasi tutti in perfetto stato,ma non siamo specializzati nel settore rarità o vinile,cerchiamo solo di offrire materiale interessante (spesso raro),a prezzi più che ragionevoli,sia su vinile che CD e toccando i vari generi underground contenuti all'interno della decade sixties,dal Garage-Beat,freakbeat,Mod al Soul Northern Soul,Funky,Psych.Popsike ecc..

“Avete una sede a Roma?”
Al momento non al pubblico, ma siamo convinti di poter aprire quanto prima una sede visitabile dai nostri associati. Al momento è possibile comunque trovarci ogni domenica presso il MICCA CLUB (via Pietro Micca,zona Porta Maggiore) in occasione del Mercatino Vintage (e della trasmissione radio Misty Lane), dalle ore 18 in poi.L'entrata è gratuita.

“Quanto costa la spedizione postale in Italia?”
Dipende dal tipo di ordine. Il metodo più semplice è quello del pacco in contrassegno (eur 8.77).Utilizzando il quale riceverete l'ordine a casa e pagherete in contrassegno al postino. Altrimenti,una volta ricevuto il costo totale del vostro ordine potrete inviare il pagamento tramite Paypal (mistylane@iol.it), oppure effettuando un versamento sul C/C postale #75008003. In questi due casi il costo della spedizione dipenderà dal tipo di servizio richiesto (pacco ordinario Euro 7.00, J+3 Eur 12.00, J+1 Eur 15.00). Per ultimo esiste la possibilità di effettuare un bonifico bancario. Se optate per questa soluzione basterà inviarci una mail e vi risponderemo con i dati necessari.

“Quanto costa ricevere solo una rivista,un CD,un LP?”
Non esistono ordini minimi,ma il costo della spedizione postale per un solo titolo influisce ovviamente più che per un ordine consistente. L'opzione pacco in contrassegno (8.77) potrà essere affiancata dal pacco ordinario o raccomandata (Euro 7.00 nel primo caso, Euro 5.00 nel secondo) se provvedete al pagamento tramite Paypal o posta/banca. Per la spedizione J+3 (consegna prevista in 3 giorni) o J+1 (la posta celere per intenderci) i prezzi sono J+3 Eur 10.00, J+1 Eur 13.00

“Utilizzate la posta prioritaria?”
Sì,ma non la consigliamo in quanto non tracciabile e quindi soggetta a possibili smarrimenti o furti,dei quali non possiamo rispondere.E' un metodo veloce ed economico ma lo utilizziamo solo se espressamente richiesto.

“Cosa succede se un disco arriva danneggiato o presenta problemi tecnici,audio...?"
Se per danneggiato si intende la custodia del CD o la copertina dell'LP non possiamo assumerci la responsabilità del danno causato dal trasporto. Le nostre spedizioni sono sempre molto curate dal punto di vista del packaging e in anni di attività abbiamo avuto pochissime lamentele in merito.
In caso il supporto,pur essendo nuovo,presenti dei problemi di alcun tipo, se si tratta di una produzione Misty Lane o Teen Sound lo sostituiamo,inviandolo dopo aver ricevuto la copia danneggiata,senza alcuna spesa aggiuntiva per l'associato,ma solo se ci viene rispedito entro una settimana dal ricevimento dell'ordine. Non accettiamo resi in contrassegno. In caso di dischi non prodotti dalla Misty Lane/Teen Sound, a meno che non disponiamo di una copia per la sostituzione immediata, il procedimento è più lungo in quanto dovremmo farcelo sostituire dall'etichetta produttrice o dal distributore (per lo più estero) dal quale lo abbiamo acquistato. E' un procedimento che in molti casi può comportare lunghe attese. Questa eventualità non si è mai presentata negli ultimi dieci anni.

“Sto cercando un vecchio titolo della Misty Lane,prodotto negli anni novanta, ma non lo trovo qui nel sito...”
Molte delle nostre produzioni a cavallo tra il 1989 ed il 1999 sono ormai sold out e si trovano nelle fiere del disco o in internet a prezzi esorbitanti. E' comunque possibile che copie singole affiorino qua e la (nel nostro magazzino,a volte) e vengano inserite nelle nostre liste (catalogo).Per questo motivo stiamo provvedendo a ristampare i titoli sold out,per lo più in formato CD. Un “best Of” della Misty Lane è in preparazione con materiale tratto dai titoli in vinile oramai fuori produzione. Potete comunque inviarci delle liste con i titoli che cercate e noi proveremo a rintracciarli per voi.

“Suono in un gruppo e vorrei spedirvi il nostro demo...”
Siamo sempre felici di ascoltare materiale interessante,specialmente se rientra nel nostro ‘raggio d'azione' musicalmente parlando.Non gradiamo ricevere mail con link, o addirittura con Mp3 allegati, prefriamo il buon vecchio CD d'ascolto. Qualora il materiale sia di nostro gradimento lo recensiremo all'interno del magazine e/o ci metteremo in contatto con voi. Il nostro indirizzo è sempre:
Misty Lane - L. A. Pascucci,66 – 00168,Roma

Quattro Chiacchiere Con il Deux Ex Machina delle etichette discografiche MISTY LANE e TEEN SOUND.

Di Paolo Vitangeli E François

Intervista a MASSIMO DEL POZZO, ROMANO, leader degli OTHERS. A capo delle etichette discografiche "MISTY LANE e TEEN SOUND". Autore della fanzine "MISTY LANE" grande estimatore e produttore della musica anni '60.

P & F: Cos'è che ti ha spinto a scrivere una fanzine anni '60, 'Misty Lane'e come mai la scelta di farlo in inglese?
Mass: Misty Lane è nata nel 1989, prima come piccola zine di supporto all'attività del mio gruppo garage di allora, i SIDE WALKERS, poi, visto che sono sempre stato un avido lettore di fanzines, specialmente di Garage, sixties e B-movies ho pensato di farne una mia, e Misty Lane era un nome perfetto, visto che mi addentravo in un mondo in buona parte nuovo anche per me...

P & F: Pensi ci sarà in futuro la possibilità di averla anche in italiano almeno in una percentuale di copie?
Mass: Ho realizzato i primi 13 numeri della fanzine in italiano, alcuni con cassetta allegata (!), prima di avere la possibilità di farla in inglese, in tipografia e con un supporto audio più professionale. Le vendite non superavano mai le 250/300 copie e c'era anche chi la vendeva sottobanco fotocopiandola! Insiomma un'esperienza da gavetta underground, ma anche triste. Con i costi di produzione che ho oggi in tipografia il minimo di tiratura sarebbe 5000 copie e di certo in Italia non le venderei mai. Mi hanno anche proposto di farla uscire in edicola ma è un sogno/follia che preferisco mantenere nel cassetto, a meno che non ci siano gli sponsor... ma non credo ne esistano di adatti... Comunque sono felice delle vendite che hanno superato le 6000 copie e poi gettare un ponte tra l'Italia e l'estero mi fa piacere. MistyLane è l'unica rivista di settore letta all'estero che faccia pubblicità alle band italiane.

P & F: La fanzine non si occupa solo di musica ed è anche un'associazione culturale. Di cosa tratta oltre a produrre dischi?
Mass: Misty Lane si occupa, come rivista, di musica con molte interviste a band ed artisti sixties,70's 80's ed attuali. Non si parla però solo dimusica ma a volte anche di sociale, di letteratura, poesia, design, moda... L'associazione culturale è nata nel'99 perchè a parte la rivista e le etichette discografiche (Misty Lane e Teen Sound Records) ci occupiamo anche di serate, festival, partecipiamo attivamente alla scena, ci piace pensare di poter aiutare anche chi è nuovo o fuori dalla scena a mettersi in contatto con queste realtà, fare proseliti in un certo senso, perchè senza nuove leve la scena è destinata a morire.

P & F: Tu suoni (anzi sei) THE OTHERS (secondo me il gruppo che meglio ha rappresentato in questi ultimi anni la musica garage folkgarage). Cosa state facendo o farete prossimamente?
Mass: Gli Others non esistono più da qualche anno, abbiamo smesso di suonare dopo il festival EXPO 2000 che ho organizzato qui a Roma con l'Associazione, nel 2000 appunto portando, i CHOCOLATE WATCHBAND, Rudi Protrudi, Craig Moore dei Gonn ed una decina tra le migliori band garage/neo sixties italiane.
Un'esperienza straordinaria che ha concluso un epoca e mi ha fatto capire che dovevo guardare avanti. Musicalmente non mi sono fermato, ho avuto un paio di band garage con le quali ho suonato e registrato materiale, dopo aver suonato per tre anni con i Tyme Society con i quali abbiamo fatto due 7", ho suonato bossa/beat (con gli Zeta One, sulla comp 'Mo'Plen 4000') e The Hangmen (Garage Punk) con Scanna della DSX/Sciacalli, per poi formare gli Human Factor-Y (garage/Psych) e The Paisley Windowpayne (60's Pop). Con i primi continuo a suonare, stiamo registrando un album e spero che suoneremo presto dal vivo. Mentre il progetto Paisley si è fermato per l'impossibilità di portare avanti (live) un progetto sixties pop orchestrato, ma il singolo che abbiamo registrato è piaciuto molto alla Sony e ci siamo divertiti a farlo, e questo basta. Adesso io alla chitarra/voce, Andy Bartolucci (primo batterista degli Others), Daniele (organista degli Human Factor-Y e Danilo "Arcibold" Bigoni al basso abbiamo messo su una nuova band organ-oriented, con un suono molto inglese fine 60's, e forti richiami al r'n'b ed alle soundtracks psych, ma probabilmente sfocieremo in un suono che ingloberàanche un certo sound Americano dal quale difficilmente riesco ad allontanarmi... sempre che si riesca atrovare un secondo chitarrista in gamba.
Abbiamo debuttato una settimana fa ed è andata molto bene. Il nome della band è THE TRYPPS, una sorta di connubio tra l'LSD movie con Peter Fonda,
il brano di Kim Fowley ed il combo psych olandese The Zipps...

P & F: Perchè la necessità di creare un'altra etichetta discografica(TEEN SOUND)?
Mass: Perchè nel 1997 (sono quasi 10 anni ormai) Misty Lane Records iniziò a realizzare ristampe e c'era la necessità di creare un nuovo 'marchio'
per distinguere le produzioni attuali, le nuove band...all'inizio la cosa ha creato un pò di confusione, ma oggi le due etichette vanno di pari passo...anzi Teen Sound ultimamente lavora di più della Misty Lane Records!

P & F: In tutti questi anni passati ad intervistare "mostri sacri" per MISTY LANE (FUZZTONES, ELECTRIC, PRUNES, GONN, REMAINS etc..) quali sono state le più belle o le più simpatiche? ci puoi raccontare qualche aneddoto?
Mass: Beh potrei dirtene parecchie perchè alla fine divento amico spesso evolentieri con questi 'personaggi'...ma in realtà più che nelle interviste via mail le cose più strane succedono in quelle dal vivo...tipo intervistare i CHESTERFIELD KINGS a Roma nel'96, mentre visitavamo la Cappella Sistina con tutti i turisti che ci scattavano foto, distratti dalla presenza di questi capelloni vestiti strani...oppure Rudi Protrudi a Cosenza che dovette scappare dopo aver preso a parolacce (da noi suggerite, in italiano!)
il tecnico del suono. Rudi si perdeva sempre cose sul palco e a concerto finito la mia ragazza doveva ripescare tutto prima che i fan facessero pulizia.
Craig Moore dei Gonn e la sua spasmodica ricerca del gelato al mascarpone, che in tour mentre scendevamo dalle Alpi iniziò ad urlare come un forsennato, quasi mandandoci fuori strada col pulmino, Lenny Helsing sempre alla ricerca di qualcosa da fumare...forse un giorno scriverò il fatidico libro...

P & F: Invece un vostro aneddoto (THE OTHERS) bello o brutto?
Mass: Sinceramente non mi vengono in mente cose brutte, ma solo bei ricordi. Dal 1989 al 2000 la band ha sempre suonato, ma il periodo più intenso e forse migliore dal punto di vista musicale lo abbiamo raggiunto solo tra il '96 ed il 2000. Peccato non aver registrato un disco con il materiale che avevamo in scaletta gli ultimi tempi, era davvero molto valido. I ricordi sono molti, in studio, in tour, ovviamente il tour in Canada/USA è stato il momento più alto, ma il 'ritorno a casa' ci ha depressi non poco, ed invece di ripartire alla grande abbiamo lasciato che le cose piano piano finissero. Bruno (al basso) era sempre pronto allo scherzo, con mille battute e barzellette, e suonare per noi era motivo per far casino più che altro. Al momento opportuno sapevamo anche essere professionali...ma per lo più abbiamo giocato. Fabrizio era un ottimo chitarrista con una sonorità molto folk e west coast e credo che alla fine il suo apporto, anche se non in direzione del garage Sound sia stato molto valido. Giuliano infine era ed è un gran batterista, ed anche se non ci si vedeva molto al di fuori dello studio o delle serate c'era un bel feeling tra di noi. A distanza di tempo credo che i ragazzi non abbiano realmente capito la portata di quello che stavamo facendo, i dischi i concerti....io ero quello più 'preso' anche pervia del mio coinvoilgimento con Misty Lane. Ma sai, quando le cose le stai vivendo non c'è sempre modo di capirle. Ritengo che col tempo anche loro avranno messo a fuoco molte cose.

P & F: Pensi che la scena del nord europa visto gli ottimi gruppi degli ultimi anni (MAHARAJAS, INDIKATION, STROLLERS) si manterrà su questi livelli? Ci saranno nuove leve in grado di reggere il confronto?
Mass: E' sempre difficile dirlo.Oggi ci sono ottime band ma quello che mi 'preoccupa' sempre più non è il livello qualitativo delle band che può essere alto anzi altissimo anche in periodi nei quali la scena è ai minimi storici, ma è appunto la partecipazione e l'interesse del pubblico. Io ho pubblicato Indikation, Giljoteens, Peter Berry and The Shake Set e Maharajas e pur trattandosi di alcune delle migliori band in ambito neo 60's del Nord Europa, non hanno praticamente mai suonato qui da noi. La stampa non spinge questo tipo di sonorità, segue il trend e sbaglia, perchè il trend si deve creare, non seguire, basti vedere come fanno i giornali in Inghilterra. Dare supporto per alimentare la scena, questa è la mia ricetta.

P & F: Invece in italia? Visto che ai festival suonano sempre meno gruppi italiani?
Mass: Al Festival Beat di quest'anno in realtà no, c'erano più band italiane e tra l'altro i 'miei' Thanes sono stati i migliori dall'estero. Tra gli Italiani c'erano i Rookies con dell' ottimo freakbeat, gli Hangee V - suono "back from the grave" - , gli Intrusi - Beat italiano -, Cavemen Garage e Beat Italiano... e poi in Italia ci sono i Sick Rose, tornati alla grande col nuovo album "Blastin'Out!", i Grains da Pordenone con un ottimo garage psych, insomma la scena italiana non ha nulla da invidiare a quella straniera, ne sono sempre stato convinto, peccato che però le band italiane si sbattano poco per suonare fuori. In tempi recenti i Rippers hanno provato però che se ci si impegna ci si riesce..

P & F: Quando il prossimo "MISTY LANE"?
Mass: e' appena uscito il numero 20 con CD allegato. Per acquistare il magazine o le nuove uscite: http://www.mistylane.it (e mail: mistylane.records@gmail.com ) in Italia usiamo il contrassegno, oppure tramite Paypal.

P & F: Prossime uscite?
Mass: Al momento mi sto fermando per un pò. Quest'anno ho realizzato 12 dischi...direi che le ultime uscite ora devono essere ben distribuite, mi serve trovare il modo di migliorare la distribuzione, di aggiornarmi tramite internet, insomma di tenere un piede nel presente, se voglio continuare a
portare avanti il mio lavoro. Ho un sito su MySpace che funziona bene (http://www.myspace.com/teensound) grazie al lavoro dei favolosi Fabio e Georgia di Retrophobic ed un sito Misty Lane (in Inglese) che spero parta finalmente entro la fine dell'estate: MistylaneMusic.com Sono tempi duri per chi la musica ancora la vende (non la regala), i negozi chiudono, i distributori ordinano di meno, le riviste scrivono sempre meno di certe cose...Il virtuale si impossessa delle nostre vite, io resto attaccato ai dischi,ai supporti (non solo vinile ovviamente, da anni realizzo quasi esclusivamente CD...), ai festival. In ogni caso a Settembre so già che mi pruderanno le mani, ricevo troppi demo ogni mese per restare inattivo più di tanto...ma è triste dover fare mille conti e previsioni prima di pubblicare un disco, si sta perdendo un pò della sana follia che fino a qualche anno fa mi/ci permetteva di produrre con più libertà. Comunque butto qualche nome là,tanto per soddisfare i più curiosi: THE URGES (Garage,dall'Irlanda) e GLI INTRUSI (Beat italiano,dalla Sardegna) dovrebbero essere due delle nostre prossime produzioni su Teen Sound. Sto già lavorando al numero 21 di Misty Lane e ad una serie di ristampe sixties su Misty Lane Records.